Non è la camera a fare il Fotografo ma è grazie ad essa se faccio ancora il mio lavoro

E’ di questi giorni la notizia, riportata un po’ ovunque (cito tra tutti il bell’articolo di Marco Pinna sul blog del National Geographic) che il trentacinquenne ragazzone americano Michael Christopher Brown entrerà tra pochi anni a far parte dei membri effettivi della più importante e conosciuta cooperativa di fotografi, la Magnum. Sicuramente guardando i suoi […]

Read More

L’altra faccia della Fotografia

‘Mi hanno arrestato, ma sto bene’. Queste le parole di Mattia Cacciatori dopo essere stato fermato dalla polizia turca mentre stava facendo il suo lavoro. Mattia è un fotoreporter, ma prima di tutto è anche un caro amico. Ci siamo conosciuti in Mongolia durante un mio workshop e dopo quel viaggio la passione per la […]

Read More

Fare cultura dell’immagine ci salverà, forse…

“Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di […]

Read More

Il fotografo professionista è morto, ma la professionalità…

Ho appena finito di leggere il blog del giornalista di Repubblica, Michele Smargiassi, che prende spunto da un’intervista a Marissa Mayer, Ceo di Yahoo la quale candidamente afferma: “oggi, con l’ubiquità delle fotocamere, non esistono più concretamente fotografi professionisti, dal momento che chiunque è professionale. Certo, ci sono diversi livelli di abilità, ma non c’è […]

Read More

Ma chi sceglie le foto da pubblicare e perché? Intervista a Marco Pinna, photoeditor del National Geographic

Recentemente mi è capitato di avere degli scambi di vedute riguardo alla ‘discutibile qualità’ anche estetica di alcune fotografie scattate da importanti fotografi di fama internazionale e pubblicati su altrettanto importanti mensili o settimanali. Mi è venuto naturale fermarmi a riflettere sul perché in certi servizi giornalistici le foto a corredo sono veramente ‘bruttine’ non […]

Read More

Conoscenze sbagliate? Non so…

In Italia non si può ottenere nulla per le vie legali, nemmeno le cose legali. Anche queste si hanno per via illecita: favore, raccomandazione, pressione, ricatto ecc. Giuseppe Prezzolini, Codice della vita italiana, 1921 Avevo intenzione di scrivere una lettera ai sindaci di Firenze e Fiesole, ma poi ho pensato che, molto probabilmente, Renzi sarà il […]

Read More

Ma perché tutti vogliono fare i fotografi?

La fotografia è una cosa semplice. Basta avere qualcosa da dire. Mario Giacomelli Stavo parlando a me stesso come uno dei vecchi dell’ospizio che ho appena postato sul mio blog e ho deciso di condividere i miei pensieri in rete. Si legge un po’ dovunque e si sente ogni giorno sempre più quanto la crisi […]

Read More

Waiting room

Che per gli ultimi quindici o vent’anni della sua vita un uomo non sia più che uno scarto è una cosa che denuncia il fallimento della nostra civiltà, e questo fatto ci prenderebbe alla gola se considerassimo i vecchi come uomini, con una vita d’uomini dietro di loro, e non come cadaveri ambulanti. Simone de […]

Read More

L’India che si muove

Le ferrovie sono l’anima commerciale e sociale dell’India. La maggior parte degli indiani si muove in treno. Circa 20 milioni di persone utilizzano ogni giorno le ferrovie indiane per i loro spostamenti. Alcuni per solo poche decine di chilometri, altri per centinaia dal nord al sud del paese. Indian Railways. Basta un solo viaggio di […]

Read More

Ganga Ki Jay!

L’India, “un paese di un miliardo e duecento milioni di abitanti che vivono in seicentocinquantamila villaggi, dove si parlano più di settecentocinquanta lingue. Dove si adorano venti milioni di divinità”. Dominique Lapierre Succede alle storie proprio come succede ai pensieri, vengono sostituite da altre storie. Sono appena rientrato dal Kumbh Mela indiano e so già […]

Read More