Too young to work

Il porto commerciale di Chittagong – Chittagong commercial port

Chittagong, seconda città più grande del Bangladesh dopo la capitale Dakka, è situata nella parte sud-orientale del paese sulla costa del golfo del Bengala, 200 km a nord del confine con la Birmania. Si racconta che il suo nome significhi “alla foce del Gange” secondo un’etimologia legata alla parola araba  Shat avente la parola Ganga (Gange) come suffisso.

E’ sicuramente uno dei centri nevralgici dell’economia bengalese grazie all’importante porto che favorisce gli scambi commerciali. Imbarcazioni di tutte le stazze sono ancorate sulle sponde del fiume. Una frenetica attività di carico e scarico movimenta la vita portuale. Sacchi di sale, pellame e soprattutto pesce sono i prodotti che maggiormente vengono commercializzati e venduti fin dal primo mattino.

Il mercato del pesce di Chittagong – Chittagong fish market

Ed è proprio dal mercato del pesce che nasce l’idea di questo reportage. A poche decine di metri dal fiume si anima, nel tipico e caotico via vai del mercato asiatico, la vendita di numerose varietà di pescato. Si offre e si compra, dal singolo pesce a ceste stracolme di una varietà di sardine. In questa atmosfera da bazar portuale sono i bambini e qualche vecchio a trasportare i carichi venduti. Sembra che ogni minore abbia una sorta di boss che li dirige e li indirizza nel trasportare le ceste. Chi sbaglia o lascia cadere qualche pesce viene violentemente richiamato e talvolta picchiato.

I ragazzi si riuniscono in una sorta di piccola cooperativa ed è frequente vedere piccoli gruppi che vanno alla ricerca di lavoro. Le ceste vengono portate dal venditore al compratore quasi correndo. Il peso trasportato dai bambini è notevole e, data la giovane età, lo sforzo sostenuto è molto forte con il rischio di compromettere la fragile muscolatura e il corretto sviluppo della spina dorsale. Non è così difficile notare ragazzi doloranti alla schiena.

L’adulto scorta il bambino – Adult escorts child

Il lavoro minorile è diffuso un po’ in tutto il Bangladesh e culturalmente non viene visto come un problema da affrontare. Nel paese – e qui al mercato del pesce è molto evidente – convivono bambini con i capelli pettinati, camicia stirata e zainetto in spalla che frequentano le scuole elementari e questi piccoli lavoratori che per pochi centesimi, talvolta per un pugno di riso, lasciano o mai hanno frequentato la scuola.

Il lavoro è ancora un work in progress e presto tornerò a Chittagong per approfondire la vita fuori dal mercato di questi bambini ancora too young to work.

Commenti

Commenti

Comments (3)

  1. Cristina Insinga 25 aprile 2012 at 11:08

    I tuoi scatti sono sempre bellissimi e carichi di emozioni!
    Resto sempre impressionata dal tuo modo di fare reportage. Senza ombra di dubbio, sei uno tra i più bravi del mondo!

  2. Edoardo 25 aprile 2012 at 11:19

    Grazie Cristina, ti posso però garantire che sono veramente tanti i fotografi più in gamba di me… Come vorrei essere ‘vicino’ a loro!!!!

  3. San Antonio Wedding Photographer 17 ottobre 2012 at 18:57

    Fantastic beat ! I would like to apprentice whilst you amend
    your web site, how could i subscribe for a weblog web site?

    The account helped me a applicable deal. I were tiny
    bit acquainted of this your broadcast offered shiny transparent idea

Leave a Reply

Your email address will not be shared or published.